Caldaia in blocco? Cause e soluzioni

Scopri come risolvere il blocco della caldaia

Capita di rimanere al freddo e con l’acqua ghiacciata a causa del blocco della caldaia. Un’accurata analisi delle cause e le dovute soluzioni ti eviteranno di rinunciare al bene primario del calore nella tua abitazione. Spesso i motivi del blocco dipendono non tanto dalla caldaia quanto da fattori esterni.

Vediamo insieme quali sono le cause più frequenti:

  • calcare
  • interruzione del gas
  • danni al sistema elettrico
  • bassa pressione dell’acqua
  • eccessiva aria nei radiatori

Il placebo ai vari problemi potrebbe essere il reset, ma, se questo non basta, occorrono soluzioni mirate che nell’arco di breve tempo rimettano la tua calderina in funzione e riportino il comfort a casa tua.

Quando la caldaia va in blocco: cosa fare

Quando la caldaia va in blocco il pensiero vola subito a una previsione di gelo e scomodità nell’attesa della riparazione. Ma vediamo insieme cosa fare prima di ricorrere ad un intervento tecnico, che in molti casi potrebbe non essere necessario.
Il blocco si genera perché un dispositivo interno all’apparecchio comunica che è in corso qualche malfunzionamento interno o esterno alla calderina e contemporaneamente segnala sul display un codice alfanumerico che indica il tipo di guasto.
Prima di chiamare un esperto nella manutenzione delle caldaie, puoi provare a consultare il manuale della tua caldaia e capire tu stesso cosa fare.

Caldaia in blocco: le cause principali

Scopriamo insieme quali possono essere le cause principali del blocco della caldaia e, analizzandole una ad una, impariamo a risolverle.
Spesso i fattori che ne impediscono il funzionamento sono esterni al macchinario e dipendono da disfunzioni dell’impianto.
Ecco alcune delle principali cause di blocco:

  • calcare
  • interruzione del gas
  • danni al sistema elettrico
  • bassa pressione dell’acqua
  • eccessiva aria nei radiatori

Molte cause sono spesso risolvibili con piccoli interventi fai da te, mentre, in alcuni casi più impegnativi, potresti non aver bisogno del tecnico della caldaia, ma di un altro tipo di professionista in grado di intervenire su problematiche diverse, evitando così di sostenere inutili spese.

Caldaia in blocco per il calcare

Il calcare è il nemico più agguerrito di tutti i sistemi idraulici e la tua caldaia potrebbe rimanerne vittima andando in blocco. Le incrostazioni non permettono un regolare passaggio dell’acqua calda, che quindi non raggiunge la pressione sufficiente per scaldarsi.

Controlla il getto dell’acqua calda dai rubinetti: se è più debole rispetto a quello freddo, non si scalda quanto dovrebbe e noti del calcare nei filtri della doccia, probabilmente la causa del malfunzionamento è proprio questa. In tal caso è necessario che l’idraulico pulisca lo scambiatore con un liquido corrosivo che liberi le tubature. Potrà addirittura installare in caldaia un filtro anticalcare o un filtro defangatore, per ridurre il problema.

filtro defangatore magnetico per caldaia
caldaia in blocco gas

Caldaia in blocco per interruzione del gas

La caldaia potrebbe andare in blocco a causa di un’interruzione del gas. In sua assenza, infatti, la fiamma pilota, indispensabile per il funzionamento, non si accende.
L’interruzione del gas può dipendere da disposizioni temporanee stabilite dal fornitore oppure dall’esaurimento del gpl, nel caso in cui tu usi questo tipo di combustibile.
Per accertarti che il problema sia questo, non dovrai far altro che provare ad accendere i fornelli della cucina. Se anche questi non funzionano, non ti resterà che attendere il ripristino della fornitura.
Il gas potrebbe però essere interrotto dall’ostruzione della valvola che alimenta la caldaia. In questa eventualità è più prudente rivolgersi a un professionista.

Caldaia in blocco per la bassa pressione dell’acqua

La bassa pressione dell’acqua potrebbe causare il blocco della caldaia.
Ogni calderina è provvista di un manometro che ne indica il livello, che deve essere necessariamente compreso tra 1,2 e 1,5 bar. L’aumento o la diminuzione di questi valori causa, dopo breve periodo, il blocco dell’apparecchio.
In entrambi i casi potrai intervenire direttamente, senza l’ausilio di un tecnico. Per far salire la pressione dell’acqua dovrai agire sulla manopola ruotandola e ricordandoti di non superare mai i 2 bar. Se, salendo rapidamente, superasse il massimo consentito, puoi riportarla nel range semplicemente facendo sfiatare un radiatore di casa.

caldaia in blocco pressione acqua
caldaia in blocco radiatori

Caldaia in blocco per eccessiva aria nei radiatori

L’eccessiva aria nei radiatori può causare un blocco della caldaia. Si possono infatti formare delle bolle che impediscono il riscaldamento omogeneo dell’acqua e portare così la calderina a bloccarsi.
Controllando il manometro sul fronte della caldaia noterai che i valori, che normalmente devono essere compresi tra un minimo di 1,2 e un massimo 1,5 bar, hanno raggiunto una pressione dell’aria eccessiva.
Intervenire in questo caso è molto semplice. Dovrai soltanto aprire la valvola di un termosifone o di uno scaldasalviette e farlo sfiatare. Nell’arco di pochi secondi i valori saranno tornati alla normalità e la tua caldaia funzionerà regolarmente.

Altre cause

A volte le cause del blocco della caldaia possono essere difficili da individuare e, scartate tutte le cause già descritte, potrebbe trattarsi di qualche altro inconveniente più complesso, che richiede necessariamente l’intervento di un tecnico specializzato.
Talvolta il blocco dipende da danni al sistema elettrico causati, per esempio, da un temporale o alla temporanea mancanza di corrente. In entrambi i casi non potrà innescarsi la scintilla di accensione e la caldaia resterà spenta.
Un altro possibile fattore potrebbe essere l’insufficiente tiraggio, che impedisce l’espulsione dei gas di scarico o, più raramente, l’ossidazione degli elettrodi oppure l’esaurimento della batteria.
Sarà prudente richiedere un controllo della calderina prima di procedere in modo azzardato di tua iniziativa.

Come prevenire il blocco della caldaia

È possibile prevenire il blocco della caldaia facendo eseguire sempre il controllo periodico di manutenzione previsto dalla legge.
Disposizioni che variano da una regione all’altra prevedono l’intervento di un tecnico abilitato al rilascio del “bollino blu”, ovvero il rapporto del controllo che il professionista invierà all’ente incaricato.
È obbligatorio anche il controllo dei fumi con tempistiche diverse a seconda del tipo di caldaia. Per le caldaie a combustibile liquido o solido l’obbligo è ogni 2 anni, mentre per le caldaie a gas, metano e gpl ogni 4 anni.
La periodicità dei controlli e la loro registrazione mantiene valida la garanzia della tua calderina per il periodo stabilito dalla casa produttrice.

tecnico manutenzione caldaia desivero

Come sbloccare la caldaia

Sbloccare la caldaia è spesso più semplice di quanto immagini. Prova a riconoscere il problema prima di richiedere il costoso intervento di un tecnico specializzato. In molti casi basteranno poche e semplici azioni per rimetterla in funzione.
Innanzitutto fai le verifiche che andiamo ad elencare:

  • verifica che le spie indicatrici della presenza di corrente elettrica siano accese
  • controlla che il rubinetto giallo del gas sia aperto
  • osserva sul display eventuali errori indicati con un codice alfanumerico
  • accertati che la pressione indicata sul manometro sia nel range di valori ammesso tra 1,2 e 1,5 bar.

Se riscontri uno di questi malfunzionamenti, segui i nostri consigli per sbloccare la caldaia.

“Gli intellettuali risolvono i problemi, i geni li prevengono.”

ALBERT EINSTEIN
HAI BISOGNO DI MANUTENZIONE PER LA TUA CALDAIA? CONSIDERALO FATTO.

Articoli correlati

Caldaia in blocco? Cause e soluzioni

In evidenza, Tecnologia e how to

Scopri come risolvere il blocco della caldaia

Read More

Le valvole termostatiche intelligenti: tutto quello che devi sapere

In evidenza, Tecnologia e how to

Scopri come risparmiare nella gestione del tuo impianto di riscaldamento

Read More

Come scegliere un condizionatore?

Tecnologia e how to

Quale condizionatore scegliere? Meglio un condizionatore fisso o portatile? Modello mono-split o dual-split?

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com