Guida per la scelta della caldaia nel 2020: le migliori caldaie a condensazione

Perché scegliere una caldaia a condensazione rispetto a una caldaia tradizionale? Ecco una piccola guida all'acquisto perfetto.

Con l’arrivo dell’inverno, sostituire la vecchia caldaia e acquistare una delle migliori caldaie a condensazione può essere un ottimo investimento per avere del buon tepore in casa, alleggerendo i costi della bolletta.

La caldaia a condensazione sarà la protagonista del 2020 per effetto della direttiva europea che prevede per i produttori di non immettere più sul mercato le tradizionali caldaie a gas. Scopri insieme a noi il motivo di questa restrizione e come scegliere la migliore caldaia a condensazione per la tua casa.

L’arrivo dell’inverno ci invita ad attrezzarci al meglio contro il freddo e quest’anno, più che mai, visto che dal 2020 le caldaie a condensazione diventeranno i soli impianti di riscaldamento a norma e in produzione. Perciò, sostituire la vecchia caldaia a gas per acquistarne una a condensazione è molto di più di un ottimo investimento. Continua a leggere l’articolo per approfondire questo argomento di così grande attualità.

Caldaie a condensazione e la direttiva europea 2020

Il pacchetto contenuto nella Direttiva 2009/29/CE è un insieme di misure prese dall’Unione Europea come risposta al Protocollo di Kyoto, realizzato per contrastare il surriscaldamento globale e, di conseguenza, il cambiamento climatico. In particolare, entro il 2020, l’Unione Europea si è prefissata:

  • riduzione delle emissioni dei gas serra (-20%)
  • incremento della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili (+20%)
  • risparmio energetico (del 20%)

Il raggiungimento di questi obiettivi dipende in buona parte dai sistemi di riscaldamento. Per questo motivo, entra in gioco la caldaia a condensazione come soluzione per produrre calore in modo più ecologico ed economico, rispetto all’utilizzo di altri combustibili, come gas, gasolio, legna e pellet.

coppia acquista caldaia a condensazione online

Che cos’è una caldaia a condensazione e come funziona

La caldaia a condensazione è un’evoluzione della tradizionale caldaia a gas. Nonostante il loro funzionamento sia molto simile, una caldaia a condensazione offre maggiori vantaggi in termini di risparmio energetico e impatto ambientale.

Rispetto alla caldaia a gas, in cui l’acqua viene riscaldata dalla combustione del metano per essere poi distribuita all’impianto idrico domestico, quella a condensazione è una caldaia ad acqua calda. Al suo interno, oltre  il riscaldamento dell’acqua, si verifica la condensazione del vapore acqueo dei fumi di scarico.

Nei dispositivi tradizionali, gli scarti della combustione, vengono espulsi nell’atmosfera attraverso il camino e, con essi, anche il calore latente associato.

Con le caldaie a condensazione, invece, parte del calore latente viene recuperato, prima che venga espulso, ed utilizzato per riscaldare l’acqua all’interno della stessa.

Questo sistema riduce la temperatura dei fumi di scarico e, avendo a disposizione una maggiore temperatura, riscalda l’acqua in meno tempo utilizzando una minor energia. Infatti, permette di produrre limitate emissioni di Anidride Carbonica e ossidi di Azoto in atmosfera e di risparmiare circa il 35% di energia rispetto ad una tradizionale.

Questo tema ti appassiona?
Inserisci la tua email per ricevere il video esclusivo di approfondimento

Quando invii il modulo, controlla nella tua posta in arrivo per confermare l'iscrizione

Quanto costa l’installazione di una caldaia a condensazione

I costi di installazione delle migliori caldaie a condensazione sono superiori rispetto a quelle tradizionali. Tuttavia, fino alla fine del 2019, è possibile usufruire di una detrazione fiscale pari al 65%. Ciò significa che i costi delle caldaie a condensazione e i relativi costi di installazione risultano più contenuti. La diminuzione del prezzo di questi dispositivi è inoltre dovuta alla normativa europea, menzionata all’inizio dell’articolo.

La spesa media per acquistare una caldaia a condensazione a marchio VaillantBaxiBeretta Immergas da 24 kW è intorno alle mille euro. A questa cifra devono essere, in aggiunta, considerati gli oneri di montaggio per il materiale necessario per l’installazione e la posa da parte del nostro tecnico di fiducia.

Tieni presente che la caldaia a condensazione è particolarmente efficiente negli impianti che lavorano a basse temperature d’esercizio, ovvero quando la temperatura di mandata all’impianto di riscaldamento è inferiore ai 50 gradi, poiché la condensazione del vapore inizia dai 56°.

Quindi, per tutti gli impianti che operano a temperature tradizionali, le prestazioni delle caldaie a condensazione diminuiscono, anche se sono sempre maggiori rispetto a quelle tradizionali.

La caldaia a condensazione è particolarmente consigliata per chi ha il riscaldamento a pavimento e per chi possiede grandi superfici radianti alle pareti, che hanno temperature di mandata dell’acqua intorno ai 40°. Tuttavia, può essere anche utilizzata da tutti coloro che hanno un vecchio sistema di riscaldamento, poiché il risparmio sui consumi del gas è elevato, soprattutto se abbinato all’installazione di idonee valvole termostatiche.

Quanto dura in media una caldaia a gas e una a condensazione?

La durata dell’impianto di riscaldamento dipende da numerosi fattori, come la qualità del dispositivo, i suoi materiali, il luogo di installazione, l’intensità di utilizzo e la sua manutenzione ordinaria. In generale, la caldaia a gas ha dura circa 15 anni, mentre quella a condensazione ha una vita più breve, compensata da una serie di pro.

I vantaggi di una caldaia a condensazione:

  • Risparmio sui consumi: anche se i costi per l’installazione di una caldaia a condensazione sono più alti, il risparmio sui consumi è decisamente notevole. Minore utilizzo di gas metano, significa bollette più leggere.
  • Detrazione fiscale al 65%: questo vantaggio vi permetterà di recuperare oltre la metà dei costi sostenuti per l’acquisto e la posa della caldaia.
  • Abbattimento notevole dei gas di scarico: minori consumi (nei migliori dei casi sono dimezzati)
    influiscono positivamente sull’atmosfera e inquinano meno grazie ad una minor quantità di gas di scarico emessi.
  • Minor tempo di attesa prima di utilizzare l’acqua calda e minori sprechi. Le caldaie a condensazione hanno sempre al loro interno una scorta d’acqua già preriscaldata, che permette una disponibilità quasi immediata dell’acqua calda in caso di necessità. Si andranno a ridurre gli sprechi, poiché non bisognerà più aspettare diversi minuti prima che l’acqua si riscaldi.

Consigli per scegliere la caldaia a condensazione giusta

Le caldaie a condensazione in commercio sono molte e diverse tra loro, ecco perché individuare la soluzione migliore può sembrare difficile.

Le caldaie a condensazione possono essere suddivise in due grandi gruppi: quelle da installare all’interno dell’abitazione e quelle da montare all’esterno.

Gran parte degli utilizzatori preferisce installare le caldaie all’esterno dell’abitazione per paura dei rischi correlati, anche se minimi. Tuttavia, è bene precisare che la scelta relativa alla localizzazione dipende molto dalla struttura dell’abitazione, oltre che da una scelta personale orientata tendenzialmente alla caldaia interna.

Che tipo di caldaia conviene: interna o esterna

L’installazione esterna ha il vantaggio di non occupare lo spazio in casa, mentre con quella interna i vantaggi aumentano. La caldaia durerà più a lungo, poiché non è soggetta alle variazioni atmosferiche che evitano il problema del congelamento, inerente allo scarico della condensa durante i mesi invernali.

Per evitare i problemi appena indicati, la caldaia esterna dovrà essere dotata di protezioni (che naturalmente incideranno sui costi dei materiali e posa) e di un kit antigelo. Quest’ultimo permetterà l’accensione della caldaia anche con temperature molto basse, senza comprometterne l’utilizzo a causa del freddo.

Inoltre, chi necessita di notevoli scorte d’acqua calda, può valutare l’acquisto di una caldaia a condensazione con bollitore. Questo sistema permette di immagazzinare e riscaldare quantità maggiori rispetto a quelle standard. Inoltre, garantisce a più persone di adoperare contemporaneamente l’acqua calda e ne consente un utilizzo più prolungato.

Infine, un ultimo elemento da considerare, prima di acquistare una caldaia a condensazione, è la classe energetica, poiché fornisce informazioni utili in merito ai consumi medi previsti.

Quale caldaia a condensazione scegliere nel 2020?

Abbiamo selezionato i cinque migliori modelli di caldaia a condensazione da acquistare in vista della prossima stagione alle porte.

Quale caldaia a condensazione scegliere nel 2020?

Abbiamo selezionato i cinque migliori modelli di caldaia a condensazione da acquistare nel 2020.

Ecco quali sono:

“Ogni giorno, quello che scegli, quello che pensi e quello che fai è ciò che diventi.”

Eraclito
HAI BISOGNO DI MANUTENZIONE PER LA TUA CALDAIA? CONSIDERALO FATTO.

Articoli correlati

Caldaia in blocco? Cause e soluzioni

In evidenza, Tecnologia e how to

Scopri come risolvere il blocco della caldaia

Read More

Le valvole termostatiche intelligenti: tutto quello che devi sapere

In evidenza, Tecnologia e how to

Scopri come risparmiare nella gestione del tuo impianto di riscaldamento

Read More

Come scegliere un condizionatore?

Tecnologia e how to

Quale condizionatore scegliere? Meglio un condizionatore fisso o portatile? Modello mono-split o dual-split?

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com