Diverse tipologie di caldaie per uso domestico

Esistono diversi tipi di caldaie in commercio, specifiche per uso domestico e riscaldamento: scoprine le caratteristiche e quale scegliere.

Per riscaldare la nostra casa e per la produzione di acqua calda sanitaria, la caldaia è un elemento fondamentale. Non tutti i modelli però sono uguali, e si differenziano per prezzo, caratteristiche e performance, senza dimenticare i consumi associati. Nel catalogo di Desivero possiamo infatti trovare tanti tipi di caldaie diversi, che rispondono ad altrettante esigenze della clientela, così come diverse sono le modalità di installazione.

In questa guida, assieme ai professionisti del sito, vedremo allora nel dettaglio le varie tipologie di caldaie in commercio, specifiche per uso domestico e per il riscaldamento. In questo modo sarà molto più semplice individuare, tra i tanti prodotti dei migliori marchi, quello più adatto alla nostra abitazione e alle necessità del nostro nucleo familiare.

Caldaia a gas: come funziona, pro e contro

Tra i tanti tipi di caldaie esistenti, quella a gas è sicuramente la più comune sia per il riscaldamento domestico che per la produzione di acqua calda sanitaria. Le caldaie a gas si dividono in due gruppi principali a seconda del gas che viene utilizzato per la combustione, dunque GPL o metano.

Quelle a metano sono le più economiche e diffuse, perché il gas naturale o metano è il combustibile distribuito sul territorio nazionale con una rete capillare, da utilizzare anche per la cottura dei cibi. Solo nel caso in cui la rete nazionale del gas metano non riesca ad arrivare, allora si può optare per una caldaia a GPL, montando una grande bombola o una cisterna per stoccare il gas.

Per funzionare, questi apparecchi necessitano di alcune connessioni imprescindibili, tra cui spicca la canna fumaria. Durante il funzionamento, una valvola collegata alla caldaia si apre, il gas entra in piccoli getti nella camera di combustione e va ad essere bruciato. A questo punto, uno scambiatore di calore sfrutta l’energia termica per riscaldare l’acqua che viene pompata fino ai terminali tramite le tubature; grazie al termostato, poi, potremo impostare la temperatura desiderata per beneficiare di un tepore costante in casa.

Se è vero che il gas naturale costa tipicamente meno rispetto al petrolio e all’elettricità, vanta costi di manutenzione molto bassi ed è indubbiamente uno dei combustibili più puliti in circolazione, di contro i costi di installazione di una caldaia a gas metano sono molto elevati, e bisogna prestare molta attenzione alle accidentali – e potenzialmente pericolose – perdite di gas.

Caldaia a condensazione: come funziona, pro e contro

Quando dobbiamo stabilire che tipo di caldaia scegliere per la nostra casa, non possiamo di certo trascurare le caldaie a condensazione. Certamente ha un costo iniziale superiore rispetto a quelle classiche, ma le tecnologie avanzate in dotazione le permettono di essere la caldaia che consuma meno e la più rispettosa dell’ambiente, con un risparmio evidente in bolletta sulle spese di riscaldamento. Posizionate sia all’interno che all’esterno, su Desivero sono disponibili di diverse dimensioni e capacità di potenza, per adeguarsi a scenari differenti.

Mentre le caldaie tradizionali disperdono i fumi di scarico nell’ambiente, quelle a condensazione li riutilizzano per riscaldare la casa, sfruttando il vapore acqueo e la condensa formatasi durante il processo di combustione. Come dicevamo, ciò si traduce in un risparmio immediato, minore inquinamento e ottime performance, a tutto vantaggio dell’efficienza energetica. Un altro dei benefici è da ricercarsi nelle detrazioni fiscali fino al 65% previste dall’ultima Legge di Bilancio.

Le caldaie a condensazione sono, per loro stessa natura, impianti di ultima generazione con una resa maggiore della media e un risparmio associato in bolletta attorno al 30%. Come loro, esistono alternative green validissime come le stufe a pellet, alimentate a biomassa e ancora più convenienti a determinate condizioni.

Caldaie a camera aperta o stagna

Fissati i principali tipi di caldaie per combustibile impiegato, possiamo fare un’ulteriore distinzione per il funzionamento della camera di combustione. Questa, può essere aperta o stagna, a seconda della modalità di tiraggio e di prelievo dell’aria comburente, utilizzata per la combustione.

Le caldaie a camera stagna usano il cosiddetto tiraggio forzato, che prevede che un sistema di tubi doppio risucchi l’aria comburente in un ambiente esterno rispetto a dove è installata caldaia, e contemporaneamente vada ad espellere i fumi dovuti all’accensione della fiamma. Le caldaie a camera aperta utilizzano invece il tiraggio naturale, per cui l’aria comburente viene prelevata dall’ambiente in cui è installata la caldaia, mentre i fumi vengono espulsi tramite un condotto verticale.

A fronte delle loro caratteristiche, le caldaie a camera stagna sono indicate anche per gli ambienti di più modeste dimensioni, come può essere ad esempio la cucina, adattandosi soprattutto alle abitazioni più piccole che non dispongono di un locale specificatamente dedicato alla caldaia. Le caldaie a camera aperta, di contro, vanno installate in ambienti ben ventilati e areati, e devono essere sempre munite di canne fumarie per portare i fumi di scarico verso l’ambiente esterno.

Caldaia murale o a basamento

Ora che la legge ha ridotto, e di molto, i tipi di caldaie ammesse dalla normativa, oggi l’installazione di un impianto di riscaldamento può avvenire in due modi principali: a murale e a basamento. La prima, come il nome già suggerisce, prevede che l’apparecchio sia fissato alla parete e/o nascosto in una nicchia o in un elemento di arredo – sia all’interno che all’esterno dell’abitazione. Il vantaggio principale di un’installazione a murale è quindi l’ingombro ridotto.

Le caldaie a basamento funzionano generalmente come quelle a murale, ma per le loro maggiori dimensioni non possono essere posizionate a muro, ma vengono appoggiate al pavimento. Tendenzialmente vengono impiegate in ambito industriale o commerciale, dove il riscaldamento e l’acqua sanitaria devono coprire fabbisogni più elevati. Avremo allora bisogno di spazi più ampi, e potremo nascondere la caldaia solo in un ambiente dedicato.

DEVI ACQUISTARE UNA NUOVA CALDAIA PER LA CASA? CONSIDERALO FATTO.

Articoli correlati

Come pulire un piatto doccia effetto pietra

Tecnologia e how to

Scopri la nostra guida completa su come pulire alla perfezione un piatto doccia effetto pietra: i prodotti da utilizzare e qualche consiglio.

Read More

Cos’è e come funziona un miscelatore termostatico

Tecnologia e how to

Scopri cos’è un miscelatore termostatico, quali sono i suoi vantaggi e come funziona questa tipologia di rubinetto per la doccia.

Read More

Come richiedere e ottenere il Bonus Ristrutturazione 2022

In evidenza, Tecnologia e how to

Scopri in cosa consiste il Bonus Ristrutturazione per il 2022, quali sono gli interventi inclusi, come richiederlo e come ottenerlo.

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com