Se lo scarico si ostruisce

Tips per una buona manutenzione

Se state leggendo questo articolo è perché vi riconoscete nel problema presentato sopra:

cosa fare nel caso in cui lo scarico della mia cucina si ostruisse? Potrebbe essere interessante saperlo, lo leggo – vi siete detti. Però poi arriva il sottotitolo, che divide irrimediabilmente in due gruppi le persone che hanno deciso di affrontare questo tema. Siete tra quelli a cui lo scarico si è già ostruito, e quindi siete alla ricerca di una soluzione rapida e indolore, o invece vi trovate tra quei lungimiranti che vorrebbero evitare il problema, prevenendolo?

Per farvi risparmiare tempo abbiamo pensato di dividere questo articolo in due fasi: 3 tips per una buona manutenzione anti-intasamento (quindi cosa fare prima) e 3 idee fai da te per rimediare senza stress (quindi cosa fare dopo). Ovviamente cominceremo con il prima, per cui se in cucina avete un lavandino che gorgoglia insistentemente niente panico: passate direttamente al dopo!

3 TIPS PER UNA BUONA MANUTENZIONE (PRIMA)

Quando lavi i piatti non lasciare che nello scarico finiscano grossi pezzi di cibo e non spingerli a forza giù per il condotto. Raccogli sistematicamente il cibo rimasto o proteggi lo scarico con un filtro che andrà pulito ogni volta. Ci impiegherai qualche minuto in più ma ti risparmierai un problema in futuro.

Anche se i tubi sono puliti versa ogni due mesi nello scarico tre bicchierini da caffè di sale grosso e due di bicarbonato di sodio, poi versa lentamente dell’acqua bollente. Sentirai subito quel confortante gorgoglio dello scarico che si libera e l’acqua inizierà come per magia a defluire più rapidamente. Il tutto a costo quasi zero!

Per una buona manutenzione evita di versare nel tubi i prodotti chimici che si trovano in commercio e che promettono di fare meraviglie. Probabilmente otterrai l’effetto desiderato, ma questo ti indurrà ad utilizzare questi prodotti più frequentemente del dovuto. Il risultato? Corrosione dei materiali, inalazione di fumi tossici e un danno considerevole per l’ambiente.

3 IDEE FAI DA TE NO STRESS (DOPO)

 

Esistono molti disgorganti naturali, ma scommettiamo che non sapevate che l’acqua di cottura delle patate è fenomenale in questi casi? Va versata a temperatura molto alta nello scarico e bisogna aspettare qualche ora per riutilizzare il lavello. Un’ottima scusa per preparare un fantastico gâteau di patate questa sera 😉

Se con le patate non avete ottenuto un risultato soddisfacente, provate con altri ingredienti facilmente reperibili in cucina. Versate prima il sale, poi il bicarbonato e poi l’aceto: bicarbonato e aceto inizieranno subito a fare reazione, quindi aspettare due minuti prima di versare l’acqua bollente.  Se la situazione è grave lasciate agire per un’intera notte e solo dopo versate l’acqua. Veloce, economico e anche ecologico!

Per i casi più difficili ecco un altri due rimedi della nonna: versate 2 cucchiai di soda caustica lungo i tubi di scarico e fate seguire da acqua bollente, utilizzate una mascherina per non respirare i vapori e lasciate agire. Oppure procuratevi mezza tazza di cremore di tartaro, miscelatelo con mezza tazza di sale e mezza tazza di bicarbonato di soda e versate nello scarico. Infine aggiungete acqua bollente e lasciate riposare almeno un paio d’ore.

Se tutti questi rimedi non sono serviti, è necessario far intervenire un idraulico professionista.

 

Nobili propositi e bagni caldi sono la miglior cura per la depressione.

Dodie Smith

Articoli correlati

Manutenzione della caldaia e affitto: chi paga cosa?

Tecnologia e how to

A chi corrispondono le spese per la manutenzione della caldaia?

Read More

Quando il condizionatore perde acqua

Tecnologia e how to

Una guida rapida alle cause più frequenti.

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com