Come funzionano i miscelatori per la doccia

Con il termine miscelatore ci si riferisce alla rubinetteria per doccia: scopri quali tipologie esistono e come scegliere quello più adatto al tuo bagno.

Una doccia rilassante è, per alcuni di noi, il modo perfetto per iniziare la giornata con la giusta carica, o per scaricare lo stress una volta rientrati a casa la sera. Per far sì che rimanga un momento di puro piacere, è però importante che il box doccia presente nel nostro bagno sia dotato di tutti gli strumenti necessari per garantirci sempre la giusta temperatura dell’acqua erogata, sia in estate che durate la stagione invernale.

Ed è proprio qui che entra in gioco la rubinetteria, che dovrebbe essere sempre di alta qualità come quella proposta nel ricco catalogo online di Desivero. In particolare, è il miscelatore doccia a fare davvero la differenza: ne esistono tante tipologie diverse, che variano anche nel prezzo a seconda delle caratteristiche e delle necessità. In questa guida vedremo allora insieme cos’è un miscelatore per la doccia, come funziona, e quali sono le varianti presenti in commercio.

Miscelatore per la doccia: come è fatto

Solo qualche anno fa, una classica cabina doccia era quasi sempre caratterizzata dalla presenza di rubinetti doccia con due manopole, utili ad impostare manualmente la temperatura dell’acqua per noi perfetta. Oggi, è il miscelatore doccia il tipo di rubinetteria più apprezzata per docce all’insegna del comfort e del relax. A differenza del rubinetto tradizionale, il miscelatore presenta un’unica leva che va a miscelare acqua calda e acqua fredda, così da trovare subito la giusta temperatura dell’acqua; non solo, la stessa leva viene utilizzata per regolare la potenza del flusso d’acqua, aumentandola o diminuendola a seconda delle esigenze.

Si tratta insomma di uno strumento assai comodo e di facile impiego, e che, soprattutto per i modelli più moderni e di design, offre un’estetica più elegante e raffinata rispetto alla coppia di rubinetti. In più, facilita i movimenti sotto la doccia e permette di raffreddare o riscaldare il flusso dell’acqua molto più velocemente e con maggiore precisione, in tutte le varianti presenti in commercio – che vedremo nel paragrafo successivo.

Diverse tipologie di miscelatore doccia

Come già detto, il mercato – e naturalmente anche Desivero – offre diverse tipologie di miscelatori per il box doccia, da scegliere in base alle nostre esigenze specifiche e al gusto personale per dare quel tocco di benessere in più al nostro prezioso momento di pulizia e relax. Oltre a distinguersi secondo il loro design, i miscelatori variano quindi per via delle loro caratteristiche; i più gettonati sono il miscelatore per doccia esterno, il miscelatore doccia ad incasso e il miscelatore termostatico.

Miscelatore doccia esterno

Come il nome già suggerisce, un miscelatore doccia esterno è riconoscibile perché il corpo del miscelatore resta appunto esterno, ed è possibile vedere ad occhio le uscite dell’acqua calda e di quella fredda, oltre che la manopola per regolare temperatura e flusso. Solitamente viene utilizzato per bagni che abbracciano uno stile più classico, ed è certamente più facile da installare in quanto non richiede lavori di muratura.

Miscelatore doccia da incasso

Per quanto riguarda il miscelatore per doccia ad incasso, è invece caratteristico dei bagni dal design più moderno e presenta la leva miscelatrice a vista poggiata su una piastra rotonda o dalla forma quadrata, mentre il corpo del miscelatore resta nascosto dietro il muro – perché per l’appunto incassato. Il miscelatore doccia ad incasso può anche presentare un deviatore per gestire in modo ottimale un gruppo doccia ad incasso all’interno della nostra cabina, distribuendo all’occorrenza il flusso tra i vari accessori come il soffione, una doccetta o le bocchette per l’idromassaggio.

Miscelatore termostatico

Infine, il miscelatore doccia termostatico è il modello dotato della tecnologia più avanzata. Questa tipologia di rubinetto permette di mantenere costante la temperatura dell’acqua desiderata, senza escursioni termiche improvvise e modulando correttamente la portata dell’acqua nel caso vengano aperte altre utenze contemporaneamente.

Come funziona un miscelatore per la doccia

In un box dotato di miscelatore doccia standard, può accadere che l’acqua vada a riscaldarsi o raffreddarsi all’improvviso quando viene attivata in più punti della casa. Ciò non può succedere quando andiamo ad installare un moderno miscelatore termostatico per la doccia, perché questo tipo di rubinetteria è pensata per mantenere la gradazione scelta sempre costante. Disponibile in diverse varianti estetiche e funzionali, ha il compito di modulare in automatico e alla perfezione la componente fredda e calda, anche se stiamo usando altri rubinetti in contemporanea.

Il funzionamento dell’apparecchio è molto semplice, e si basa su una valvola termostatica particolarmente sensibile alle variazioni di temperatura. La valvola miscela il getto di acqua fredda e quello di acqua calda, reagisce subito e in automatico nel caso avvengano improvvisi cambi di pressione o di temperatura.

DEVI ACQUISTARE UN NUOVO MISCELATORE DOCCIA? CONSIDERALO FATTO.

Articoli correlati

Come funziona il termostato di una caldaia?

Tecnologia e how to

Come funziona il termostato di una caldaia? Scopri cos’è e a cosa serve il termostato di una caldaia, quali tipologie esistono e come funziona.

Read More

Come usare correttamente l’asciugatrice

Tecnologia e how to

L’asciugatrice è uno degli elettrodomestici più comodi e utili in casa: scopri come usarla al meglio e sfruttarne appieno le potenzialità.

Read More

Come sturare la vasca da bagno con rimedi naturali

Tecnologia e how to

La tua vasca da bagno si è intasata e non sai cosa fare? Scopri come sturare la vasca da bagno sia con metodi naturali che con semplici azioni manuali.

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com