Come richiedere e ottenere il Bonus Ristrutturazione 2022

Scopri gli sgravi fiscali del Bonus Ristrutturazione

Come richiedere e ottenere il Bonus Ristrutturazione 2022

Con la legge di Bilancio 2022, anche per quest’anno è stato prorogato il Bonus per le ristrutturazioni, incluso nel pacchetto Bonus Casa stanziato dal Governo; e che comprende anche, tra gli altri, Ecobonus, Bonus Mobili, quello per giardini e terrazzi e Bonus Facciate. Il Bonus Ristrutturazione 2022 è un incentivo per tutti i cittadini italiani che effettuano lavori di tipo edilizio nella propria abitazione, che possono beneficiare di una detrazione fiscale al 50% sulla propria dichiarazione dei redditi, fino a un massimo di 96.000 euro di spesa. Scopriamo allora come funziona, quali interventi sono inclusi, le novità e come fare per richiederlo.

Bonus Ristrutturazione: cos’è e come funziona

Il Bonus Ristrutturazione 2022 è una detrazione del 50% sull’IRPEF fino ad un limite massimo di 96.000 euro di spesa. Con l’approvazione della nuova legge di Bilancio, è di nuovo riservata a specifici interventi di riqualificazione edilizia e di manutenzione di tipo ordinario e straordinario, valida sia in condominio che in edifici autonomi. Ciò permette ai cittadini di rinnovare gli immobili senza incidere troppo sul bilancio familiare, soprattutto ora che la normativa è maggiormente orientata al risparmio energetico e all’ecosostenibilità.

Il bonus è valido per tutte le spese sostenute dal 26 giugno 2022 fino al 31 dicembre 2022, ripartito in 10 quote annuali di pari importo. Una delle novità più interessanti del Bonus Ristrutturazione di quest’anno è certamente la possibilità di usufruire della cessione del credito d’imposta e del conseguente sconto in fattura in alternativa alla tradizionale detrazione IRPEF. A questa, per contrastare le frodi, si accompagnano naturalmente ulteriori adempimenti in vigore dal 2022.

Bonus Ristrutturazione: interventi inclusi

La detrazione IRPEF al 50% a cui dà diritto il Bonus Ristrutturazione 2022 può essere richiesta da tutti i contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi, residenti o non residenti in Italia. Viene applicata a tutti gli interventi di ristrutturazione edilizia, verificabili sulla guida dell’Agenzia delle Entrate alle spese deducibili con questo tipo di agevolazione. Sono compresi, per esempio, gli interventi relativi alla sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con gli ultimi modelli disponibili di generatori di emergenza a gas. I lavori contemplati sono comunque molteplici, ma per semplificare possiamo indicare le principali, vale a dire:

  • abbattimento delle barriere architettoniche
  • rifacimento del tetto
  • installazione di un impianto di sicurezza con porte blindate e videocamere
  • abbattimento dei muri interni per la diversa disposizione interna delle stanze.
  • accorpamenti di locali
  • allarme finestre esterne
  • rifacimento pavimenti
  • rifacimento balconi
  • impianto elettrico
  • impianto di condizionamento
  • impianto antincendio
  • ristrutturazione bagno
  • rinnovamento infissi
  • piscina
  • porte blindate
  • scale
  • schermature solari

Seguendo le direttive, nelle spese detraibili al 50% con il Bonus Ristrutturazione 2022 rientrano quindi anche l’acquisto di un nuovo impianto di climatizzazione o di una nuova caldaia. In più, con il rinnovato Bonus Ristrutturazione, anche in bagno – tra impianti, arredo e sanitari – possiamo beneficiare direttamente dello sconto in fattura pari alla metà della spesa che dovremmo sostenere se acquistiamo anche il servizio di installazione, oltre ad altre prestazioni professionali richieste dal tipo d’intervento come perizie e sopralluoghi

Bonus Ristrutturazione: come richiederlo e cosa fare

Come già detto, possono fare domanda per il Bonus Ristrutturazione 2022 tutti i contribuenti residenti o non residenti in Italia, sia che detengano la proprietà o meno dell’immobile – come nel caso di locatari e comodatari -, e tutti coloro che si occupano semplicemente delle spese dell’immobile. Per inoltrare la richiesta è necessario essere in possesso e conservare i seguenti documenti:

  • visura catastale dell’immobile
  • domanda di accatastamento
  • ricevute di pagamenti IMU
  • delibera condominiale per l’esecuzione dei lavori
  • tabella ripartizione spese
  • consenso all’esecuzione dei lavori;
  • concessioni, autorizzazioni allo svolgimento dei lavori o dichiarazione sostitutiva atto di notorietà con data inizio lavori e compatibilità con le spese ammesse al Bonus ristrutturazioni;
  • comunicazione ENEA per tutti quei lavori che comportano un risparmio energetico

Da ricordare che, per usufruire delle detrazioni per la ristrutturazione, tutti i pagamenti devono essere effettuati con bonifico parlante, indicando nella causale del versamento “bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’art. 16-bis Dpr 917/1986”. Vanno anche specificati il codice fiscale del beneficiario della detrazione e partita IVA del beneficiario del pagamento. Se si tratta di interventi su parti comuni di un condominio, bisogna specificare anche il codice fiscale dell’amministratore dello stesso condominio. Si può richiedere di usufruire del Bonus Ristrutturazioni 2022 anche se è stata scelta come modalità di pagamento il finanziamento.

Come acquistare su desivero.com ed usufruire delle detrazioni fiscali

Il procedimento per acquistare su Desivero con tutti i vantaggi del Bonus Ristrutturazione 2022 è molto semplice. Non dobbiamo fare altro che effettuare il nostro ordine sul sito online, facendo attenzione a scegliere il bonifico come metodo di pagamento – è necessario effettuare un bonifico parlante specifico per le agevolazioni. Ci verrà subito fornito il numero della fattura e la data di emissione da inserire nel bonifico.

In più, c’è la possibilità di richiedere la detrazione assieme ad un finanziamento a tasso zero, da pagare in dieci rate senza interessi, o a tasso standard, con un pagamento rateale prolungato. È sufficiente inviare una mail all’indirizzo assistenza@desivero.com oppure chiamare il numero 0297190019 o scrivere direttamente in chat. Gli esperti del Contact Center ci forniranno tutto il supporto necessario e ci seguiranno passo passo durante tutto il processo di acquisto. Non solo, Desivero effettua servizi di installazione su tutta Milano ed Hinterland, previo sopralluogo di uno dei suoi professionisti.

SCOPRI I PRODOTTI PER I QUALI USUFRUIRE DEL BONUS RISTRUTTURAZIONE.

Articoli correlati

Come scegliere tra un condizionatore mono o multisplit?

Tecnologia e how to

Quanti split del condizionatore servono all’interno di un’abitazione? Scopri come scegliere tra monosplit e multisplit a seconda della grandezza.

Read More

La classifica dei migliori 10 condizionatori del 2022

Tecnologia e how to

In questo articolo scoprirai i migliori condizionatori 2022, sei curioso? Prosegui con la lettura per scoprire chi sono ai primi posti!

Read More

Guida alla scelta di un condizionatore portatile

Tecnologia e how to

Scopri come scegliere il condizionatore portatile migliore per te

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com