Consigli per la pulizia di un piatto doccia

Il tuo piatto doccia è sporco di calcare o ingiallito? Scopri come pulirlo a fondo, quali prodotti usare e i migliori consigli per tutti i materiali.

Per molti il bagno è la stanza più importante e più intima dell’intera casa. Quella in cui ci si dedica al proprio benessere quotidiano, e che per questo ha bisogno di essere sempre un tempio di comfort, estetica e igiene. Uno degli elementi di cui avere maggiore cura è indubbiamente il box doccia, utilizzato praticamente tutti giorni e spesso da più di una persona.

In particolare, uno degli aspetti più delicati per mantenere il bagno sempre bello da vedere e salubre da utilizzare nel corso degli anni è la pulizia del piatto doccia. A causa dell’acqua stagnante, il piatto doccia potrebbe infatti facilmente macchiarsi, o ancora peggio incrostarsi e favorire la proliferazione di batteri e agenti patogeni con cui siamo sicuri che non hai proprio voglia di avere a che fare.

Vediamo quindi come pulire il piatto doccia nel modo corretto, e quali sono i prodotti consigliati dagli esperti Desivero per lavare in tutta sicurezza ogni tipo di materiale.

Come pulire un piatto doccia in resina

Una guida dedicata a come pulire il piatto doccia non può che partire dal trattamento della resina, uno dei materiali più diffusi per questo elemento del bagno. La resina è molto sottile ed è posizionata a filo pavimento, motivo per cui risulta piuttosto semplice da pulire. Come per gli altri materiali, è sempre bene procedere alla pulizia del piatto doccia subito dopo averlo adoperato, in modo da prevenire la comparsa di macchie e calcare.

Per la pulizia vera e propria, cerca di utilizzare sempre detergenti poco aggressivi e naturali, come quelli selezionati da Desivero per il suo catalogo online. Non contenendo sostanza alcaline, sono molto delicati anche sulle superfici più pregiate: vanno applicati con una spugna non abrasiva bagnata con acqua tiepida, per poi essere rimossi con dei panni morbidi in microfibra. Per un’alternativa completamente naturale, prova pure l’aceto bianco diluito in acqua tiepida, un ottimo prodotto sgrassante e igienizzante.

Una o più volte a settimana – a seconda della durezza dell’acqua che usi in casa – è una buona abitudine passare sulla superficie del piatto doccia in resina del detergente anticalcare, sempre di tipo ecologico. Ti aiuterà a lasciare le cromature pulite e brillanti, e lo smalto liscio e protetto.

Come pulire un piatto doccia in ceramica

Pulire il piatto doccia con il bicarbonato o con l’aceto è indicato anche per gli articoli realizzati in ceramica. Al contrario di quanto si possa pensare, la ceramica è infatti un materiale particolarmente resistente e durevole nel tempo, grazie allo smalto di cui è ricoperto. Proprio per questo, puoi scegliere anche detergenti un po’ più aggressivi, facendo comunque attenzione a non esagerare e senza insistere troppo sulle parti in cui è presente l’acciaio smaltato – che potrebbero facilmente rovinarsi.

Come pulire un piatto doccia effetto pietra

I prodotti che devi utilizzare per la pulizia di un piatto doccia effetto pietra devono essere neutri e non aggressivi. Prendi un panno di cotone morbido pulito, bagnalo con il detergente e passalo direttamente su tutta la superficie, insistendo nelle zone in cui sono presenti macchie e antiestetici aloni. Alla fine, risciacqua e asciuga con un panno in microfibra.

Una valida alternativa ai detergenti industriali è il limone, che va semplicemente spremuto su un panno morbido. Il succo di limone è un disinfettante naturale, e vanta delle notevoli proprietà sgrassanti e lucidanti. Puoi anche pulire la doccia con aceto e detersivo piatti, per un risultato praticamente professionale che non rischia di graffiare la superficie del piatto doccia e il suo film protettivo.

Pulire un piatto doccia ingiallito

Ora che sai come pulire il piatto doccia, è bene occuparsi delle situazioni più estreme. I piatti doccia, soprattutto quelli smaltati, tendono infatti ad ingiallire con il passare del tempo, e man mano che lo smalto perde progressivamente lucentezza e colore.

Il colore giallo non va sottovalutato, in quanto potrebbe essere portatore di batteri, muffe e funghi dannosi per la tua salute. Devi dunque intervenire subito prima di essere costretto a sostituire il tuo piatto doccia. Usa prodotti specifici, come un anticalcare naturale, evitando sempre quelli troppo aggressivi. Il modo migliore per procedere è applicare e lasciare agire i detergenti più volte, avendo l’accortezza di risciacquare abbondantemente.

Pulire un piatto doccia incrostato

Infine, è importante sapere anche come combattere il calcare che tende a formarsi all’interno del tuo piatto doccia. Oltre ai prodotti anticalcare già citati, un’ottima soluzione è creare un composto cremoso di bicarbonato, sale grosso e aceto. Spalma la crema ottenuta su tutto il piatto doccia e lascia agire per almeno 10 minuti.

Passato il tempo opportuno, strofina con un panno morbido insistendo sulle parti che risultano più incrostate delle altre, Per concludere, risciacqua il piatto doccia con abbondante acqua calda, così da rimuovere qualsiasi residuo.

DEVI ACQUISTARE DEI PRODOTTI PER LA PULIZIA DEL BAGNO? CONSIDERALO FATTO.

Articoli correlati

Cosa sono i termostati intelligenti

Tecnologia e how to

I termostati intelligenti ti permettono di regolare in maniera precisa il riscaldamento nei diversi ambienti e di controllarlo dal tuo telefono.

Read More

Che cos’è la valvola di sicurezza di una caldaia

Tecnologia e how to

La valvola di sicurezza della caldaia serve per tenere sotto controllo la pressione dell’acqua. Scopri nel dettaglio come funziona e perché è importante.

Read More

La guida per la corretta pulizia del bagno

Tecnologia e how to

La pulizia del bagno va eseguita periodicamente. Ma qual è il giusto procedimento? Leggi questa guida per conoscere come e cosa usare per una corretta pulizia.

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com