Come combattere l’allergia alla polvere in casa

L'allergia alla polvere è un problema molto diffuso: scopri come risolverlo con pochi accorgimenti

La presenza degli acari della polvere è pressoché scontata e lo sa bene chi ne è allergico. In questo articolo scopriremo come ridurre il più possibile il contatto con gli acari e dunque con la polvere. Vedremo come la pulizia frequente, sempre se eseguita correttamente, e dotarsi di un buon sistema di purificazione dell’aria risolva il problema alla radice. Il proliferare degli acari della polvere, e dunque dei sintomi legati all’allergia, è dovuto a cinque fattori principali:

  • scarsa ventilazione;
  • troppa umidità (60-80%);
  • temperatura superiore ai 20-21°C;
  • scarsa illuminazione naturale;
  • aria viziata, specie se si fuma in casa.

Tutto sta nell’eliminare questi fattori di rischio. Vediamo ora di riconoscere cause e sintomi dell’allergia alla polvere.

Allergia alla polvere: cause e sintomi

L’allergia alla polvere è una potente reazione immunitaria provocata in particolare dai cosiddetti acari della polvere. Questi minuscoli e quasi invisibili acari si nutrono dei piccoli frammenti di materiali organico che comunemente noi e gli animali perdiamo negli ambienti domestici e non solo. A provocare la reazione allergica vera e propria non è tanto l’acaro ma le sue secrezioni, soprattutto se in casa se ne trovano di già morti.

I sintomi di una reazione allergica alla polvere variano da soggetto a soggetto, tuttavia quelli più comuni e immediatamente riconoscibili sono l’improvviso starnutire, colpi di tosse secca e generici fastidi agli occhi quali gonfiore, arrossamento o lacrimazione eccessiva. Nei casi più gravi, oltre a forti attacchi d’asma, non è insolita la comparsa di malessere generale, ansia, arrossamenti ed eruzioni cutanee. Gli acari sono così diffusi all’interno delle nostre abitazioni, che il 50% degli italiani soffre di disturbi respiratori dovuti proprio alla polvere. Vediamo ora i migliori metodi per prevenire gli attacchi allergici: da come pulire al meglio la propria abitazione fino all’installazione di elettrodomestici in grado di purificare l’aria degli ambienti domestici.

Come pulire casa per evitare attacchi allergici

Pulire a fondo e correttamente la propria casa dalla polvere è senza dubbio il primo passo per evitare reazioni a chi è allergico. Partiamo innanzitutto dagli strumenti che non devono mai mancare per pulire una casa dalla polvere:

  • panni umidi che catturano la polvere senza sollevarla;
  • aspirapolvere con filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air Filter), gli unici in grado di trattenere gli allergeni e le polveri più sottili.

Passiamo poi ai luoghi più insidiosi che bisogna ricordarsi di spolverare e ripulire con cura, come ad esempio termosifoni, tappeti, moquette, tende e biancheria da letto. Se si è allergici, forse è meglio evitare comunque tutti i tessuti superflui, come tappeti, moquette e tende pesanti.

Per quanto riguarda la biancheria da letto (coprimaterassi, cuscini, federe, lenzuola), basterà lavarla ad almeno 60°C per igienizzarla. Un buon espediente è anche quello di acquistare comode federe antiacaro, nonché materassi e cuscini in lattice. Per la pulizia delle superfici, oltre agli spray antiacaro e agli oli essenziali presenti in commercio, ci sono alcuni metodi naturali particolarmente efficaci:

  • bicarbonato di sodio: spargerlo, lasciare agire e infine aspirarlo con l’aspirapolvere;
  • spruzzare acqua tiepida infusa di tè su materassi e cuscini, poi lasciare asciugare al sole.

Se sono già presenti in casa, ricordatevi di pulire periodicamente i filtri dei vostri condizionatori. Se invece non li avete ancora installati, sul sito di Desivero c’è un’ampia scelta di sistemi di trattamento e di sanificazione dell’aria di cui spesso sono dotati anche i climatizzatori di ultima generazione. Scopriamoli insieme.

Haier Jade

Purificare l’aria per combattere l’allergia alla polvere

Per combattere l’allergia alla polvere non esiste soluzione migliore di acquistare un sistema di purificazione dell’aria portatile o da installare negli impianti di canalizzazione già esistenti, che unito a una periodica e attenta pulizia degli ambienti domestici trasformerà gli attacchi allergici in un lontano ricordo.

Ottimo strumento per il trattamento dell’aria è senza dubbio il modulo di sanificazione AIR CONTROL ACTIVE 6”, un pratico purificatore ideale per gli impianti canalizzati, altrimenti si può optare per lo ionizzatore-deodorante per ambienti con disinfezione ai raggi UV-C SANIX AIRCLEAN oppure per il generatore di ozono medicale RO.CA BW-TF-15G, uno strumento di qualità professionale consigliato anche per uffici, studi dentistici, negozi e lavoratori.

Se invece non volete rinunciare al design, alla purificazione dell’aria e allo stesso tempo a rinfrescare e riscaldare i vostri ambienti domestici, la scelta migliore è sicuramente quella di installare un condizionatore Haier JADE All-In-One, dotato dell’innovativo filtro purificatore IFD, che con i suoi oltre 60 mila fori a nido d’ape con cariche elettriche inverse rispetto all’aria è in grado di bloccare le polveri più infinitesimali. L’apparecchio è inoltre dotato di tutte le ultime novità Haier in campo tecnologico: dal flusso d’aria 3D all’esclusiva app hOn con comando vocale a distanza tramite Wi-Fi, dalla bassa rumorosità (<15db) agli innovativi sistemi di autopulizia Self-Clean e Self-Hygiene.

DEVI SCEGLIERE I SISTEMI DI SANIFICAZIONE DELL'ARIA? CONSIDERALO FATTO.

Articoli correlati

Arredare una casa nuova spendendo poco

Tecnologia e how to

Scopri come arredare casa spendendo poco: consigli utili e prodotti dell’outlet Desivero

Read More

A ogni forma del bagno la sua disposizione

Tecnologia e how to

Scopri quali sono le regole generali da seguire per la disposizione del bagno.

Read More

Tutti i vantaggi dei sanitari con scarico traslato

Tecnologia e how to

I sanitari a scarico traslato hanno molti vantaggi: scopri quali sono e perché sceglierli

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com