Vasca freestanding: dove metterla in bagno

La vasca freestanding è il primo elemento da scegliere per un bagno in stile spa: ecco come posizionarla in bagno e come scegliere la migliore.

Vuoi trasformare il tuo bagno in una Spa e non puoi rinunciare ad installare una vasca freestanding. Scopri il modello più adatto a te e alle tue esigenze.

Il tuo sogno è semplice: trasformare il bagno in un’oasi di relax e benessere. Un sogno che può diventare realtà scegliendo gli elementi giusti come la vasca freestanding.

 

Una tipologia di sanitario che, come dice la parola stessa, è a libera installazione. Questo vuol dire che puoi posizionarla come vuoi.

 

Grazie a questo elemento sarai in grado di realizzare la stanza che desideri e rendere anche l’ambiente di servizio un’oasi di pace in cui ritrovare te stesso e ricaricare le pile.

 

Sono disponibili diverse forme di vasche da bagno, modelli che si adattano ad ogni richiesta.

 

In questa guida capirai se fa al caso tuo e riceverai i consigli che aspetti da quando hai avuto in mente di scegliere questa soluzione.

 

Vasca freestanding centro stanza: misure minime

Il box doccia è pratico e funzionale, ma nulla batte in relax la vasca da bagno freestanding. Appena la vedi, lì inserita al centro del bagno, hai subito l’impressione di essere entrato in una Spa.

 

Se vuoi trasformare la stanza in un ambiente dedicato al benessere e al relax, non puoi non scegliere questo elemento.

 

La vasca a libera installazione non ha bisogno di rivestimenti o supporti, la sua struttura portante la sostiene.

 

Questa sua unicità le permette di essere installata ovunque, compatibilmente agli attacchi dell’acqua: sia vicino ad una parete che nel bel mezzo della stanza.

 

Un particolare che le rende uniche, molto apprezzate da chi cerca un elemento che renda il bagno unico e riconoscibile.

 

Un elemento così particolare, strano ma vero, si adatta a qualsiasi stile: dal bagno contemporaneo a quello minimal, da quello industriale a quello vintage.

 

Un elemento eccezionale capace, da solo, di fare tutto l’arredo e in grado di catturare tutta l’attenzione.

 

I migliori marchi italiani si sono specializzati nella produzione di queste vasche e hanno realizzato collezioni dalle forme più diverse.

 

Le più iconiche sono quelle dalla forma ovoidale, in colore bianco con i piedini in ottone. Un classico intramontabile, perfetto per il bagno in stile vintage o quello shabby chic.

 

Alla versione classica si è aggiunto il modello realizzato in Quaryl, innovativo materiale composto da quarzo naturale e da pregiato metacrilato sanitario. Le vasche Quaryl sono la versione più attuale perfetta per il bagno moderno.

 

La serie DEA di Ideal Standard ha concepito un nuovo modello così avveniristico e pulito nelle forme da renderlo perfetto per l’ambiente minimal e contemporaneo.

 

Una vasca freestanding ovale, in ceramica, con un’ampia base, che puoi installare anche al centro della stanza, è un sogno che puoi realizzare a patto che presti la massima attenzione.

 

Un’installazione del genere prevede molta cura e precisione. Per inserire un elemento del genere, nel bel mezzo del bagno, la prima cosa da fare è affidarsi ad un professionista.

 

Solo un esperto saprà come trattare il modello che avete scelto nel modo migliore e soprattutto sarà in grado di inserirlo correttamente.

 

Installare una vasca a libera installazione, infatti, è più che altro un lavoro fatto di attenzione ai particolari e alle misure minime.

 

Bisogna avere i dati esatti, per permettere il posizionamento al centro della stanza. Una serie di informazioni che devi avere e su cui sei obbligato a ragionare se stai ristrutturando da zero o ti sei trovato in una casa che conservava questo tipo di allaccio.

 

Qualunque sia la tua situazione di partenza, devi sapere che le misure di una vasca freestanding sono comprese tra i 170 e i 200 centimetri, per quanto riguarda la lunghezza, mentre la larghezza si aggira intorno agli 80 centimetri.

 

A queste vanno collegate tutte le altre misure, quelle della stanza in oggetto e il posizionamento degli allacci presenti o che si dovranno realizzare.

 

Informazioni importanti che devi avere a disposizione soprattutto quando scegli un esperto che ti aiuti nella messa in posa e nel montaggio.

 

Affidati ad un professionista preparato di esperienza che sappia occuparsi dell’installazione e fornirti i giusti consigli.

 

Vasca freestanding: installazione e consigli

La vasca freestanding è un elemento che oggi, più di prima, è tornato di tendenza. È l’elemento che non può mancare in nessun bagno ed è perfetto per ogni stile.

 

La sua particolarità è proprio quella di non avere bisogno di supporti e rivestimenti. Si può installare in ogni angolo del bagno, persino al centro.

 

La cosa fondamentale è affidarsi ad un esperto per un’installazione a regola d’arte. Scopri quali sono le tappe fondamentali e i nostri consigli per una realizzazione ideale.

 

La posa nel centro della stanza, se non ci sono allacci preesistenti, è abbastanza lunga. Questo perché bisogna adattare il sistema alla nuova posizione.

 

Per questo è importante seguire degli step fondamentali:

  • La prima cosa da fare è decidere la posizione della vasca
  • Poi si passa al posizionamento del sifone e di tutte le tubature
  • La terza cosa da fare è occuparsi dello scarico
  • Infine, si fa l’allacciamento all’acqua e si provano tutti i rubinetti

Poche e semplici azioni che però devono essere compiute da una mano esperta. L’installazione prevederà dalle 3 alle 4 ore di lavoro ma deve essere fatta da personale preparato.

 

Solo un professionista è in grado di fare il lavoro nel modo corretto, assicurandosi di chiudere i vecchi allacci a parete, se presenti, o di impostare un impianto nuovo se stai costruendo da zero il tuo bagno.

 

Se poi sono necessari altri lavori come la rimozione di parte del mattonato presente, la posa di nuove piastrelle, i lavori saranno ancora più articolati.

 

I consigli giusti diventano quindi indispensabili per te che hai deciso di installare una vasca freestanding.

 

Il primo è sicuramente quello di affidarsi ad un progettista per la realizzazione di uno schema che aiuti l’idraulico nel suo lavoro.

 

Segnala la presenza di tubature o impianti presenti sul pavimento o, in caso di costruzione da zero, definisci correttamente misure e ingombri.

 

Il secondo consiglio è quello di affidarsi sempre e solo a dei professionisti con la giusta esperienza e preparazione.

 

Come abbiamo visto l’installazione di una vasca nel centro della stanza non è cosa da poco ed è per avere un risultato ottimo che ti consigliamo di affidarti ad un esperto.

 

Solo così il sogno di una vasca a libera installazione, che troneggia nel centro del tuo bagno, può diventare realtà.

“Rilassati, raccogliti, allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell’indistinto.”

ITALO CALVINO
DEVI SCEGLIERE UNA VASCA PER IL TUO BAGNO? CONSIDERALO FATTO.

Articoli correlati

Vasca freestanding: dove metterla in bagno

Ispirazioni e tendenze

La vasca freestanding è il primo elemento da scegliere per un bagno in stile spa: ecco come posizionarla in bagno e come scegliere la migliore.

Read More

Bagno vintage: i migliori accessori e mobili retrò

Ispirazioni e tendenze

Se ami lo stile vintage e retrò ecco quali sono i mobili e gli accessori da scegliere per il tuo bagno: scopri le migliori proposte di Desivero.

Read More

Lavandino bagno piccolo: idee e soluzioni

Ispirazioni e tendenze

Per un bagno di dimensioni ridotte conviene scegliere un lavandino piccolo: scopri i modelli migliori e le diverse possibilità per un lavabo piccolo.

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com