Come scegliere la doccia per disabili e quali accessori servono

Una doccia per disabili deve essere pratica e sicura, e rispettare i requisiti minimi di legge. Scopri quali regole seguire e quali sono i migliori accessori.

La doccia è un luogo essenziale per la cura personale, ma può essere difficile da utilizzare per le persone con disabilità motorie. Per rendere la doccia un’esperienza sicura e confortevole, è importante scegliere la doccia giusta e aggiungere gli accessori appropriati.

In questa guida, grazie ai consigli dei professionisti Desivero, vedremo quindi come scegliere la doccia per disabili, prendendo in considerazione le caratteristiche più importanti, come le dimensioni, la forma, i materiali e la presenza di determinati accessori.

Cosa impone la legge

In Italia, la normativa che regola la progettazione e la realizzazione di bagni per disabili è la Legge 13/1989, che prevede che i bagni di edifici pubblici e privati destinati a ospitare persone con disabilità siano accessibili e fruibili da tutti.

La legge stabilisce che le docce per disabili devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Dimensioni minime di 90 x 90 cm, per consentire l’accesso e l’utilizzo di una sedia a rotelle.
  • Piatto doccia a filo pavimento, per evitare barriere architettoniche.
  • Ante scorrevoli, per facilitare l’ingresso e l’uscita.
  • Sedile doccia, per consentire alle persone disabili di sedersi durante la doccia.
  • Maniglie di sostegno, per garantire la sicurezza durante la doccia.

Guida alla scelta 

Oltre alle caratteristiche obbligatorie previste dalla legge, è importante considerare anche altri fattori nella scelta di una doccia per disabili. Vediamo i principali nel dettaglio.

  • Dimensioni della doccia. Le dimensioni della doccia sono un elemento fondamentale da considerare. Una doccia troppo piccola può essere difficile da usare per le persone con disabilità, che potrebbero avere bisogno di spazio per muoversi liberamente o per utilizzare ausili. In generale, le dimensioni minime consigliate per una doccia per disabili sono di 90×90 cm. Se possibile, è preferibile optare per una doccia più grande, di almeno 120×120 cm.
  • La posizione della doccia. È importante che la doccia sia posizionata in modo da consentire un facile accesso da parte della persona disabile.
  • La forma della doccia. Per quanto riguarda la forma, la scelta migliore è quella di una doccia walk-in, ovvero senza barriere architettoniche. Questo tipo di doccia permette un accesso facilitato e sicuro, anche per le persone in carrozzina.
  • Il materiale del box doccia. È consigliabile scegliere un box doccia per disabili in carrozzina in materiale antiscivolo, per evitare pericolose cadute.
  • Il tipo di apertura delle ante. Le ante scorrevoli sono le più pratiche, ma anche le ante a battenti possono essere una buona scelta.
  • Il tipo di piatto doccia. I piatti doccia in resina o in ceramica sono i più comuni e i più adatti alle persone disabili, naturalmente a filo pavimento.
  • La presenza di accessori. Oltre al sedile doccia e alle maniglie di sostegno, è possibile aggiungere altri accessori per rendere la doccia più confortevole e accessibile, come uno specchio inclinabile, un maniglione per la vasca e un soffione doccia con getto a pioggia.

Gli accessori più utili

I seguenti accessori possono essere utili per rendere la doccia più sicura e confortevole per le persone con disabilità:

  • Sedile doccia. Il sedile doccia è un accessorio indispensabile per le persone che hanno difficoltà a stare in piedi. La seduta di una doccia per disabili deve essere comoda e antiscivolo, e deve essere posizionata in modo da permettere un accesso agevole alla doccia.
  • Piatto doccia a filo pavimento. Il piatto doccia a filo pavimento elimina le barriere architettoniche e rende più facile l’accesso alla doccia.
  • Maniglie di sostegno. Le maniglie per doccia per disabili, da installare anche nella vasca, possono essere fissate a parete o sul pavimento per garantire la sicurezza durante la doccia. La sbarra deve essere posizionata in modo da permettere alla persona di sostenersi durante l’entrata e l’uscita dalla doccia, e durante le attività di lavaggio.
  • Soffione doccia con getto a pioggia. Il soffione doccia con getto a pioggia può essere più confortevole per le persone disabili, in particolare per quelle con problemi di mobilità.
  • Predisposizione per doccetta a mano. La doccetta a mano è un accessorio utile per raggiungere tutte le parti del corpo durante la doccia. La doccetta deve essere facilmente accessibile e deve essere dotata di un tubo flessibile.
  • Specchio inclinabile. Lo specchio inclinabile può essere utile per le persone disabili che hanno difficoltà a vedere. In alternativa, è possibile provare la proposta Prop di Ever, uno specchio applicabile alla barra progettato per avvicinarsi alla persona ed evitare sollecitazioni della schiena, disponibile nelle varianti bianco opaco e nero opaco.

Oltre agli accessori fondamentali, ci sono altri accessori che possono essere utili per rendere la doccia più accessibile e sicura.

Alcuni esempi sono:

  • Portasciugamani a muro. Gli asciugamani a muro, posizionati su appositi portasciugamani, permettono di asciugarsi senza dover raggiungere il pavimento.
  • Portaspazzolini. I portaspazzolini a muro, come quello di design in vetro proposto da Gedy, permettono di riporre gli oggetti da bagno senza doverli appoggiare sul pavimento.
  • Dispenser per sapone. I dispenser per sapone a muro, come ad esempio quello in grafite di Colombo Design. permettono di utilizzare il sapone senza dover raggiungere il lavandino.

Scegliere la doccia giusta e dalle caratteristiche a norma di legge, e aggiungere gli accessori appropriati, può rendere la doccia un’esperienza sicura e confortevole per le persone con disabilità.

DEVI SCEGLIERE UNA DOCCIA PER DISABILI? CONSIDERALO FATTO.

Articoli correlati

Come scegliere la doccia per disabili e quali accessori servono

Benessere e ambiente

Una doccia per disabili deve essere pratica e sicura, e rispettare i requisiti minimi di legge. Scopri quali regole seguire e quali sono i migliori accessori.

Read More

Quando posso accendere la stufa a legna?

Benessere e ambiente

È possibile accendere la stufa a legna solo in un preciso periodo che viene stabilito dalle Regioni. Scopri le date corrette qui su Desivero.

Read More

Differenza tra pompa di calore e sistema ibrido

Benessere e ambiente

Scopri la differenza tra la pompa di calore e il sistema ibrido. Qual è meglio? Quale consuma di meno? Trova la soluzione perfetta per le tue esigenze.

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com