Benvenuto Autunno

I sette step per far ripartire la tua caldaia alla grande

Una caldaia non efficiente può aumentare il consumo del gas anche del 30%, lo sapevi?

Probabilmente no, perché spesso la caldaia è vissuta come quello strano oggetto che campeggia in casa tua, ma del quale sei quasi inconsapevole. In realtà bastano pochi accorgimenti per fare amicizia con questo elettrodomestico fondamentale e mantenerlo in buona salute in vista del periodo invernale.

La parola d’ordine non è quindi solo sicurezza.

Anche dal punto di vista del risparmio mettere in pratica alcuni semplici step può aiutarvi a ridurre sprechi, costi in bolletta ed evitare fastidiose sanzioni, con un occhio puntato sull’ambiente e sul risparmio energetico. Lasciato alle spalle il gran caldo estivo, è arrivato il momento di prepararsi a creare in casa un ambiente confortevole senza inquinare, per accogliere l’autunno nel migliore dei modi!

Step 1: Fai pulizia!

Elimina la polvere che si è accumulata nei mesi estivi all’interno dei termosifoni e riempi i deumidificatori, è importante avere sempre il giusto livello di umidità nell’aria.

Step 2: Aria nuova

Hai presente quella valvola sul tuo termosifone? E’ arrivato il momento di usarla: girala per permettere all’aria di uscire e ricordati di non coprire termosifoni con tende, mobili da incasso o tessuti, impediscono all’aria di girare liberamente e aumentano i consumi.

Step 3: ON/OFF sempre OK

Verifica che i due tasti principali di accendimento e spegnimento funzionino correttamente e in caso contrario falli aggiustare subito. Eviterai pericolose perdite di gas o di rompere completamente la caldaia.

Step 4: Occhio alle incrostazioni

Pulisci eventuali incrostazioni sugli scambiatori e sugli elettrodi: sono punti in cui calcare e ruggine spesso proliferano. Armati di una pezza umida, di un prodotto anticalcare e di un po’ di pazienza ; )

Step 5: Regola la temperatura

Lo sapevi che dalla caldaia è possibile regolare la temperatura dell’acqua dell’impianto? La distribuzione dell’acqua deve avvenire ad una temperatura non superiore a 45°, pena un aumento importante dei consumi. Ti basta verificare sulla caldaia la temperatura e nel caso regolarla e il gioco è fatto!

Step 6: Scegli un professionista

Le scadenze per la revisione della caldaia sono diverse in base al tipo di impianto e al modello, ma in ogni caso devi affidarti ad un professionista. Anche il controllo dei fumi non può essere home made: anche in questo caso il regolamento prevede precise scadenze, diverse a seconda della potenza dell’impianto e del combustibile utilizzato. In linea di massima si tratta di controlli annuali e quadriennali, ma è bene verificare la normativa della propria regione.

Step 7: Fai chiarezza

La conoscenza è sempre l’arma migliore per non incorrere in sgradevoli sanzioni. Dedica qualche minuto del tuo tempo ad approfondire la normativa sul tema dei controlli periodici delle caldaie. Per aiutarti ecco le principali leggi da approfondire:

Articoli correlati

Il condizionatore intelligente? Si chiama Samsung WindFree

Tecnologia e how to

Benefici e caratteristiche di un nuovo impianto di condizionamento super tecnologico.

Read More

Il Wizard Desivero per configurare il tuo impianto di climatizzazione in pochi clic

Tecnologia e how to

Scopri come progettare il tuo impianto di climatizzazione in totale autonomia con il Configuratore Desivero.

Read More

©2017 Tutti i diritti riservati - www.desivero.com